Italia del Vino - Expo 2015
Ricerca

 


Eligio Magri: il Metodo Classico che non ti aspetti e la figlia Caterina

Bella scoperta il Metodo Classico da Chardonnay e Pinot Nero realizzato dalla cantina bergamasca di Torre de' Roveri

Eligio Magri: il Metodo Classico che non ti aspetti e la figlia Caterina

Torre de' Roveri è un comune di circa 2.000 abitanti situato sulle prime propaggini collinari delle Orobie, a pochi chilometri da Bergamo.
A Torre de’ Roveri si trova l’azienda vitivinicola Eligio Magri, realizzata da Eligio e dalla moglie Luciana a partire dal 1992, continuando l'attività di Patrizio, papà di Eligio, e prima ancora del nonno.
La famiglia è completata da 3 bellissime figlie, Caterina, Martina e Giulia.
Caterina, la maggiore, lavora in azienda da 5 anni, e tra poco la conosceremo meglio.


Eligio Magri produce 9 etichette diverse – 5 rossi, 2 bianchi, uno spumante ed un passito – per un totale di circa 110.000 bottiglie, a cui si aggiungono 2 tipologie di grappa.
Si tratta di un’azienda che ha sempre fatto qualità, con basse rese per ettaro. Gli ettari vitati sono 17.
Da 2 anni l’enologo è Marco Zizioli, mentre l’agronomo è Giacomo Groppetti. Da pochi mesi vi è anche l’agriturismo dove si può andare a mangiare da giovedì a domenica.

Azienda nota per i suoi rossi da taglio bordolese e per il suo Moscato Giallo, voglio invece parlare del suo metodo classico, una vera rivelazione.

Spumante metodo classico Brut VSQ
E’ ottenuto da Chardonnay e Pinot Nero.
Vinificazione del vino base in acciaio.
Dopo il tiraggio le bottiglie restano in catasta sui lieviti almeno 24 mesi, come recita l’etichetta.
E proprio questa la cosa particolare: in realtà sono in catasta da 84 mesi.
Veniamo alla degustazione di un prodotto che si rivela essere di grande interesse, sfiorando i miei 90 punti.
Nel bicchiere si presenta di colore giallo paglierino dai vivaci riflessi dorati con rimembranze verdoline.
Sentori di ananas, rosmarino, miele millefiori, pietra focaia ed idrocarburo. Appena accennata la nota salmastra.
Al sorso è vivace, piacevolmente aggressivo, di grande intensità e persistenza. Prodotto di carattere che invoglia al secondo e poi al terzo bicchiere.


Chiudo la mia visita in cantina con una breve intervista a Caterina Magri, la maggiore delle 3 figlie di Eligio

D: Caterina, tu sei la maggiore di 3 sorelle, sei molto giovane, 25 anni, e già da 5 anni lavori in cantina con i tuoi genitori. Come ti trovi ?

R: Non è semplice lavorare con la famiglia, perché ai genitori non va bene niente, sia se fai, sia se non fai. Poi ti porti i problemi, le litigate in casa anche quando finisce l’orario di lavoro. A volte mi mangio il fegato! E poi mi accendo una sigaretta.

Decisamente la nostra Caterina ha un bel caratterino. Vediamo di conoscerla meglio

D: Sei pentita della scelta di lavorare nella cantina di famiglia, in cui tra l’altro negli ultimi anni si sono fatti molti investimenti, come l’agriturismo ?

R: In realtà anche se un po’ mi lamento mi piace molto. All’inizio non è stata una scelta, ma un dare una mano nell’attesa di trovare lavoro – io ho fatto l’istituto turistico – poi mi ci sono appassionata. Il lavoro è molto vario, perché io faccio un po’ di tutto, dalla campagna ai lavori in cantina, dall’ufficio alle consegne.

D: Cosa ti piace fare di più e cosa di meno?

R: Mi piace tantissimo lavorare in campagna, un po’ meno fare i lavori di cantina, come i travasi, ma se sono da fare….si fanno.

D: Da qualche mese siete poi impegnati con l’agriturismo che, da come dice tua mamma Luciana, sta andando molto bene. Tu sei impegnata anche in questo ?

R: Si, ce ne occupiamo io, mia mamma e mia sorella, abbiamo un cuoco e siamo aperti alla sera da giovedì al sabato e la domenica a pranzo. E’ un bell’impegno, ma sta andando bene e ci permette anche di vendere un buon numero di bottiglie. Eravamo partiti con l’idea di proporre solo taglieri poi la richiesta era tanta ed abbiamo deciso di accontentare tutti e proporre dei menù completi, stagionali e con serate a tema.



Mauro Giacomo Bertolli




IN VETRINA
Tenuta Stella
Scheda Cantina »»