Italia del Vino - Expo 2015
Ricerca

 


Gilda Fugazza riconfermata ai vertici del Consorzio Vini Oltrepò

Il Consiglio d’amministrazione del Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese ha eletto all’unanimità, riconfermandola alla presidenza, Gilda Fugazza, e, alla vicepresidenza, Ottavia Vistarino, Andrea Barbieri e Renato Guarini (08-03-2021)

Gilda Fugazza riconfermata ai vertici del Consorzio Vini Oltrepò



COMUNICATO STAMPA
Riceviamo dall'Ufficio Stampa del Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese e volentieri pubblichiamo

Il Consiglio d’Amministrazione del Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese si è riunito l’8 marzo 2021, per eleggere presidente e vicepresidente.

Il Consiglio d’Amministrazione composto da categoria viticoltori: Andrea Barbieri, Camillo Dal Verme, Federico Defilippi, Alessio Gaiaschi, Ottavia Giorgi Vistarino, Paolo Verdi, Sara Zambianchi; categoria vinificatori: Stefano Dacarro, Gilda Fugazza, Andrea Giorgi, Marco Maggi, Mattia Nevelli, Valeria Radici Odero, Francesca Seralvo; categoria imbottigliatori: Luca Bellani, Quirico Decordi, Giovanna Fugazza, Renato Guarini, Massimo Ornaghi, Pier Paolo Vanzini, Valeria Vercesi, ha eletto all’unanimità alla presidenza Gilda Fugazza e alla vicepresidenza Ottavia Vistarino, Andrea Barbieri e Renato Guarini.

Il commento di Gilda Fugazza, riconfermata alla presidenza: “Il tempo del vino non è mai abbastanza però il tempo bisogna farlo fruttare e il lavoro di questi mesi è stato una lotta contro il tempo, una lotta vinta visto i risultati. Il risultato è il lavoro fatto e da fare. Ma c’è molto ancora e il nostro vino non ha tempo da perdere. Perché è lui, il vino, prima di tutto a non perdere tempo e lo sappiamo bene. Stagione dopo stagione. Il tempo dovrà diventare un alleato non un nemico e questo è il mio augurio per una lunga strada insieme a questo Cda e ai vice presidenti”.

L’assessore all’agricoltura di Regione Lombardia Fabio Rolfi ha così commentato: “Si completa il percorso di riorganizzazione della governance dell’Oltrepò del vino, che in un momento generale di difficoltà, ha saputo ritrovare compattezza. Ora il Consorzio ha una voce ancora più autorevole e plurale per dare rappresentatività a quello che di fatto è il primo territorio vitivinicolo della Lombardia. Buon lavoro alla presidente, ai vicepresidenti e a tutto il Cda. La Regione Lombardia sarà sempre a disposizione per un lavoro congiunto a livello istituzionale. Il rilancio dell’intero Oltrepò Pavese, anche in ottica post Covid, passa necessariamente dalla valorizzazione dei grandi vini a denominazione prodotti”.


IN VETRINA
Azienda Agricola Fiamberti Giulio
Scheda Cantina »»