Italia del Vino - Expo 2015
Ricerca

 


SPECIALE: Il Progetto di Valorizzazione del Distretto EnoAgroalimentare Pavese

Il progetto prevede quattro azioni sinergiche per far conoscere il patrimonio di vini e prodotti tipici, le botteghe storiche e i luoghi dove sostare per una merenda o una cena in locali che lavorano prodotti a chilometro zero, o gli alberghi e gli agriturismi per una notte di riposo (23-12-2020)

SPECIALE: Il Progetto di Valorizzazione del Distretto EnoAgroalimentare Pavese

Il progetto prevede quattro azioni sinergiche tra loro, volte a dare nuovo slancio, forte coesione e dinamicità dal comporto enoagrolamimentare pavese, oltre a farlo conoscere a un pubblico di appassionati e turisti che ogni anno frequentano le valli dell’Oltrepò pavese, il ricco patrimonio di vini e prodotti tipici. Ma anche le botteghe storiche e i luoghi dove sostare per una merenda o una cena in locali che lavorano prodotti a chilometro zero, o gli alberghi e gli agriturismi per una notte di riposo.

Le quattro azioni sinergiche:
un’applicazione per scoprire il territorio;
un insieme di azioni attorno alla manifestazione Autunno Pavese;
una serie di eventi digitali;
un ingente operazione di marketing territoriale.

23-12-2020
L’ Oltrepò Pavese di domani nasce oggi - Conferenza stampa di presentazione...CLICCA QUI

29-12-2020
Il pinot nero in Oltrepò Pavese: degustazione on-line sulla piattaforma Microsoft Teams
Degustazione del 21-12-2020 nell'ambito del Progetto di Valorizzazione del Distretto EnoAgroalimentare Pavese...
CLICCA QUI

30-12-2020
I vini fermi dell’Oltrepò Pavese: dal rosso Buttafuoco al bianco Riesling: degustazione on-line sulla piattaforma Microsoft Teams
Degustazione del 28-12-2020 nell'ambito del Progetto di Valorizzazione del Distretto EnoAgroalimentare Pavese...CLICCA QUI 

31-12-2020
I grandi vini frizzanti dell’Oltrepò pavese: degustazione on-line sulla piattaforma Microsoft Teams
Degustazione del 30-12-2020 nell'ambito del Progetto di Valorizzazione del Distretto EnoAgroalimentare Pavese...CLICCA QUI
 

1. Vite e Vino: cultura ed esperienza.

Un’app, 15 percorsi in Oltrepò

Un’app pensata per valorizzare l’Oltrepò pavese e le sue tante eccellenze enogastronomiche, le mete naturalistiche e le botteghe dei tanti piccoli artigiani locali. Questo, in sintesi, è l’obiettivo di Oltrepò Pavese, l’app, disponibile nelle prossime settimane sia per dispositivi iOS che Android, che offre ai visitatori la possibilità di seguire ben 15 itinerari differenti in piena autonomia, e dunque in sicurezza in questi tempi di emergenza sanitaria.
Un mezzo moderno e tecnologico che però vive di contenuti di qualità, realizzati con passione e pazienza certosina da chi il territorio lo conosce davvero.
Un’app che, seppur in modo virtuale, può guidare con sicurezza i tanti appassionati di wine & food, ma anche di natura e di un turismo slow, che annualmente raggiungono l’Oltrepò per una breve vacanza o una semplice gita domenicale fuori porta.

15 percorsi mappati e georeferenziati
Per una volta la tecnologia ha il compito di rendere davvero più semplice la vita ai visitatori dell’Oltrepò che, grazie a un’innovativa app, possono seguire in totale autonomia, in automobile, a piedi, in bicicletta o perfino a cavallo, percorsi tematici alla scoperta di luoghi inediti: dalla cantina dove partecipare a una degustazione di vini tipici, al panificio che ancora lavora i grani di un tempo, fino alla bottega storica. Ma anche i luoghi dove sostare, magari in uno dei tanti piccoli agriturismi gestiti da famiglie del luogo, o dove noleggiare delle moderne e-bike che, grazie alla pedalata assistita, rendono il pellegrinaggio più confortevole e rilassato.
La realizzazione di questa app ha richiesto mesi di lavoro e ha potuto contare sulla collaborazione di autorevoli giornalisti e critici conoscitori del territorio. A loro è stata affidata la selezione delle aziende più interessanti, scelte secondo criteri e valori imprescindibili. Sono state quindi preferite realtà artigianali e storiche dell’Oltrepò Pavese, in grado di offrire ai turisti prodotti di alta qualità e variegati.

In complesso sono state selezionate circa 400 strutture e per ognuna di essere è stata realizzata una breve scheda descrittiva che comprende, oltre al nome e all’indirizzo, anche delle coordinate GPS per permetterne la localizzazione sulla mappa, gli orari di apertura e tutti i riferimenti come telefono, email e, ovviamente, il sito web.
Per ogni esercizio, inoltre, sono state indicati tutti i momenti di apertura al pubblico per favorire la condivisione e lo scambio culturale tra il turista, il wine lover, e il produttore o l’artigiano. Quindi cantine aperte, degustazioni, passeggiate in vigna, ma anche pranzi o menù tematici e la partecipazione delle aziende stesse a eventi di settore.
Questo ingente lavoro di catalogazione e digitalizzazione ha infine permesso di creare 15 itinerari tematici differenti, perfettamente georeferenziati e con tracciati GPX in modo da poter essere seguiti con facilità anche da chi, per definizione, non conosce approfonditamente il territorio. Affidandosi alla nuova app i turisti possono scoprire i piccoli artigiani e i prodotti tipici dell’Oltrepò pavese, ma anche le realtà enogastronomiche più interessanti, come i produttori di formaggi e salumi, o ricevere l’indicazione per un pranzo o una cena in uno dei tanti locali del territorio dove vengono lavorati i solo prodotti a chilometro zero. Poi visite alle cantine per degustare le diverse tipologie di vino dell’Oltrepò, dai rossi fermi e frizzanti, ai bianchi e alle bollicine, vera eccellenza del territorio.

I 15 itinerari sono studiati anche in base al mezzo di spostamento migliore, tra bicicletta, automobile, motocicletta e perfino cavallo.
Si va quindi dal classico viaggio nelle terre del Buttafuoco, al tour delle valli del Pinot Nero lungo una strada ideale per i motociclisti, fino a un giro in bicicletta o a cavallo tra le vigne più belle dell’Oltrepò pavese.

Per vedere i 15 percorsi in modo dettagliato   CLICCA QUI

2. Autunno Pavese in Tour 2020

Il mondo virtuale e quello reale si incontrano sulle strade, nelle cantine e nelle botteghe storiche dell’Oltrepò pavese, riunite sotto l’hashtag #tipicamentebuono.

In un anno segnato dalla crisi sanitaria, grazie all’intraprendenza delle imprese lombarde, il tradizionale evento Autunno Pavese è stato totalmente ripensato e adattato alle nuove esigenze. Lontano dalla tradizionale location del Palazzo Esposizioni, direttamente all’interno delle attività del comparto eno e agro alimentare pavese.

L’edizione 2020 della manifestazione più importante della provincia si è svolta dall’8 ottobre al 5 novembre, con una formula inedita “in Tour”, ossia itinerante.

Grazie alla partecipazione di circa 40 aziende storiche della provincia di Pavia che hanno aperto le porte a visitatori e curiosi, dando vita a un calendario articolato di eventi. Oltre 30 format differenti per un totale di più di 80 eventi, tra degustazioni, visite in cantina e tra i vigneti, ma anche percorsi di gusto, laboratori per bambini ed esperienze alla scoperta della cultura enogastronomica del territorio pavese.

Per saperne di più…   CLICCA QUI

3. Oltrepò Food & Wine: gustare e scoprire l’Oltrepò

in tutta cordialità e sicurezza

Degustazioni online
Non sarà l’emergenza sanitaria causata dal virus COVID-19 a fermare l’Oltrepò pavese. Nell’ambito del progetto di valorizzazione dei vini del territorio, infatti, è stato presentato un ambizioso progetto articolato su tre degustazioni di vini abbinati a prodotti tipici dell’Oltrepò. Non in presenza, ovviamente, ma in condizioni di massima sicurezza, tramite una piattaforma digitale in remoto.
Il progetto è nato dalla collaborazione tra Camera di Commercio di Pavia, Regione Lombardia e Unioncamere Lombardia, in Collaborazione con il Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese, il Distretto del Vino di Qualità dell’Oltrepò Pavese e il Consorzio Club del Buttafuoco Storico, e promosso da CIA, Coldiretti  e Confagricoltura.

Tre appuntamenti, il 21, 28 e il 30 dicembre, a cui si potrà partecipare comodamente da casa dopo aver ricevuto un kit speciale di degustazione, con vini e prodotti tipici selezionati dai giornalisti Paolo Massobrio e Marco Gatti, tra i più grandi esperti enogastronomici e sommelier di fama internazionale piemontesi, appassionati del territorio pavese. Uno sforzo logistico davvero importante dato che, per ogni appuntamento, i kit confezionati e spediti saranno 100. E considerando che ogni confezione potrà essere utilizzata da 2 o 3 partecipanti, l’aspettativa è davvero alta: dai 200 ai 300 appassionati collegati nello stesso momento per seguire ciascuna delle 3 degustazioni online!

Ed è così che da una situazione potenzialmente complicata ha preso vita un progetto innovativo e ancora più inclusivo di una semplice degustazione in presenza dove, ovviamente, la possibilità di partecipare è limitata dalle distanze geografiche. Con questa nuova formula, al contrario, i kit sono stati spediti in Lombardia e nelle regioni limitrofe, ma anche ad appassionati che risiedono in regioni più distanti, dalla Puglia alla Calabria fino alla Sicilia.

Particolare cura è stata messa nella selezione dei prodotti, tutti provenienti da piccole aziende del territorio.

Per sapere tutto delle tre degustazioni...CLICCA QUI

4 - A Pavia si beve Oltrepò 

La campagna di marketing territoriale del vino

La promozione del vino dell’Oltrepò sul suo territorio di origine è l’oggetto di un progetto articolato curato da I viaggi di Tels, tour operator pavese, con una spiccata vocazione per il marketing territoriale.

A questo scopo, entro il prossimo 31 dicembre, sarà lanciato il sito www.apaviasibeveoltrepo.it , realizzato in italiano e in inglese, e raccoglierà informazioni dettagliate sulle diverse DO della provincia. Un sito pensato per essere allo stesso tempo un mezzo di informazione tecnico e di narrazione, per ogni denominazione saranno disponibili le schede complete, con le caratteristiche organolettiche dei diversi vini e dei consigli pratici di abbinamento. In più verranno raccolte notizie e curiosità relative ai tanti vini del territorio e le informazioni utili al consumatore per orientarsi con più facilità nelle proprie scelte.

Una parte importante del progetto, riguarderà i professionisti del settore Horeca. Si è infatti partiti da uno screening dettagliato di tutti i locali della provincia pavese dove vengono venduti e somministrati vini. E ai gestori interessati a partecipare all’iniziativa è stato offerto un supporto formativo, per il momento solo attraverso una piattaforma virtuale, dedicato alle varie denominazioni dell’Oltrepò Pavese. Così da assicurare una conoscenza approfondita dei prodotti e una presenza capillare dei vini del territorio in tutti i locali della provincia.
L’obiettivo, al termine della attuale crisi sanitaria, sarà quello di trasformare questa attività di formazione da virtuale a fisica, andando direttamente all’interno dei punti vendita, e creando un legame sempre più forte tra i professionisti del settore Horeca e i vini dell’Oltrepò.

Ai locali che aderiscono a questo progetto, verranno fornite delle brochure informative, in italiano e in inglese, con estratti dei contenuti pubblicati sul sito Internet, e delle speciali vetrofanie con il logo “Qui si beve Oltrepò”.
All’interno del portale, infine, verrà creata una sezione dedicata dove, grazie alla geolocalizzazione, i visitatori e turisti giunti in Oltrepò potranno individuare più facilmente i locali che offrono una selezione di vini tipici, per organizzare una degustazione o un aperitivo.
_____________________________________________________________________________________________________________

I canali social del progetto:
https://www.facebook.com/welcomeoltrepo
https://www.instagram.com/welcomeoltrepo/
https://twitter.com/WOltrepo

_____________________________________________________________________________________________________________

Ritratto dell’Oltrepò Pavese


Pillole di Oltrepò- Dati forniti dal Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese
✓ L’Oltrepò è patria della vitivinicoltura italiana con 13.500 ettari di vigneti.
✓ In Oltrepò operano circa 1700 aziende vitivinicole, perlopiù medio-piccole a conduzione familiare.
✓ Sulle colline d’Oltrepò si produce il 62% del vino della Lombardia.
✓ L’Oltrepò sorge lungo l’asse del 45° parallelo che accomuna le grandi zone vinicole mondiali.
✓ L’Oltrepò è la capitale italiana del Pinot nero, del Riesling e della Croatina.
 
APPROFONDIMENTI

Il Territorio...CLICCA QUI

Storia & Vini...CLICCA QUI

I vitigni dell'Oltrepò - Dati forniti dal Distretto del Vino di Qualità…CLICCA QUI

Specialità alimentari dell'Oltrepò Pavese...CLICCA QUI

Alcuni Riferimenti web sull'Oltrepò Pavese…CLICCA QUI

___________________________________________________________________________________________________________

ENTI PARTNER

Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese…CLICCA QUI

Distretto del Vino di Qualità dell'Oltrepò Pavese...CLICCA QUI

Club del Buttafuoco Storico...CLICCA QUI


 





IN VETRINA
CIAVOLICH AZIENDA AGRICOLA in vigna dal 1853
Scheda Cantina »»